TAMPONE ANTIGENICO QUANTITATIVO in chemiluminescenza (CLIA) In evidenza

TAMPONE ANTIGENICO RAPIDO QUANTITATIVO

L’attuale limite del test antigenico RAPIDO è rappresentato dalla inferiore capacità di identificare il virus Sars-Cov2 in presenza di una bassa carica virale.

Il test antigenico quantitativo SARS-CoV-2, invece, si basa sulla tecnologia della chemiluminescenza (CLIA) che utilizza strumentazione di laboratorio automatica ad alta produttività e velocità, la quale è già impiegata per indagini di laboratorio più selettive.

Rispetto ai test rapidi su card di prima generazione con questa metodica si raggiunge un risultato quantitativo unico che ha caratteristiche superiori e che ha una elevata concordanza con la metodica RT-PCR (di biologia molecolare), che resta indiscutibilmente il gold standard per la diagnosi di infezione da SARS-CoV-2, dal momento che quest’ultima impiega un’avanzata metodica di laboratorio che consente di riconoscere e amplificare “sequenze specifiche” del patrimonio genetico del virus.

Il nuovo test antigenico quantitativo, dunque, consente:

  • di avere una risposta specifica e molto più attendibile rispetto al tradizionale tampone antigenico,
  • di tracciare i contatti in tempi più rapidi e veloci,
  • di implementare più rapidamente le procedure di isolamento per i pazienti infetti che potrebbero diffondere SARS-CoV-2.

Esso rientra nei test di ultima generazione, come è stato suggerito dalle recenti indicazioni del Ministero della Salute.

Per tutte le informazioni utili circa modalità, costo e tempi del test, chiama le nostre Segreterie.

572 Ultima modifica il Martedì, 16 Novembre 2021 12:20